giovedì, dicembre 20, 2007

Cinepandoro

Nelle primissime pagine di “primissima”, rivista free che viene regalata presso le sale cinematografiche, un’immagine di un ragazzo seduto su un vecchio ed evidentemente inutilizzabile bus, abbandonato in mezzo alla neve, ha immediatamente evocato nella mia mente un libro letto 6-7 anni fa: “nelle terre estreme".
Mi son sentito molto google, in quel momento.
Con emozione ho letto il pezzo, sperando che l’intuizione fosse corretta e quella fosse quindi la trasposizione cinematografica di quel libro che mi era particolarmente piaciuto.
Bingo! Era lui.
Fu Jon Krakauer a raccontare, come fosse un romanzo, la storia vera del giovane Chris McCandless che si intestardì nella sua volontà di resistere in condizioni “estreme” in luoghi impervi e disabitati nell’Alaska degli anni ’90, cercando di non ricorrere a qualsiasi banale accorgimento che avrebbe potuto salvargli la vita. Avrebbe potuto comunicare la destinazione del suo viaggio o adeguarsi di attrezzatura adeguata all’impresa: scelse di non farlo.

Quindi suggerisco, pur non avendola ancora vista, la pellicola di sean justin penn o meglio di leggere il libro sul quale garantisco, per i più tirati ricordo che ne uscì un’edizione economica.
Mi ricordo che parlai di questo libro con una bellissima ragazza – un po’ per far colpo, lo ammetto, un po’ perché il libro mi era davvero piaciuto moltissimo.
Lei mi disse che era assolutamente raro parlare di buone letture con un ragazzo e assolutamente piacevole.
E’ per questo che amo la lettura.

1 commento:

Eli ha detto...

Chi sarebbe questa bellissima ragazza?!